Ciascuno dei pilastri strategici ispira le azioni che intraprendiamo per raggiungere gli obiettivi prefissati per il 2020. Di seguito sono riportati alcuni esempi di come i nostri team in tutto il mondo contribuiscono al raggiungimento di questi obiettivi migliorando ogni giorno il nostro contributo alla sostenibilità.

MATERIALI NATURALI E RICICLABILI

Utilizzare materiali di alta qualità nella produzione dei nostri pavimenti significa scegliere materiali sicuri per le persone e l'ambiente, naturali, rapidamente rinnovabili e riciclabili.

Ecco alcune delle nostre azioni:

  • Realizzazione di pavimenti vinilici contenenti materie prime rinnovabili

iQ Natural è un pavimento vinilico omogeneo contenente un plastificante biologico (olio di ricino).

  • Utilizzo di materiali riciclati per realizzare nuovi pavimenti

Il nostro supporto Eco-BaseTM per pavimenti tessili contiene quasi il 50% di carbonato di calcio riciclato proveniente da un impianto locale dedicato al trattamento dell'acqua.

  • Utilizzo di tecnologia senza ftalati

Nel 2009 Tarkett ha lanciato il primo pavimento vinilico senza ftalati ed ha implementato questa nuova tecnologia in tutti gli stabilimenti in Europa e Nord America a partire dagli anni successivi.

  • I primi pavimenti in linoleum con certificazione Cradle to Cradle® Gold presenti sul mercato

Le nostre collezioni Originale (Originale Minerale ed Originale Vegetale), e Veneto con il 100% di lino sono i primi ed unici pavimenti in linoleum presenti sul mercato ad aver ottenuto la certificazione Cradle to Cradle® Gold La collezione Originale utilizza materie prime naturali al 100% ed è realizzata con pigmenti vegetali come carbone e gusci di noce.

Originale è la collezione di Tarkett con certificazione Cradle to Cradle Gold

GESTIONE DELLE RISORSE

Il nostro obiettivo è ottimizzare l'utilizzo delle risorse in ogni fase del processo di produzione. Cerchiamo costantemente di implementare un processo di produzione efficiente riducendo al minimo l'utilizzo di materie prime.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di ciò che facciamo per gestiRe al meglio le risorse necessarie:

  • Elevata qualità dei prodotti e standard ambientali

- ISO 9001 (qualità): certificazione ottenuta dal 97% dei nostri stabilimenti produttivi

- ISO 14001 (ambiente): certificazione ottenuta dall'88% dei nostri stabilimenti produttivi

- ISO 50001 (energia): oggi, il 61% degli stabilimenti produttivi Tarkett nell'area EMEA è certificato per la gestione dell'energia in conformità allo standard ISO 50001

  • World Class Manufacturing per il miglioramento continuo della qualità del prodotto

WCM è un programma di miglioramento continuo delle prestazioni industriali volto al raggiungimento di una produzione efficiente, funzionale e sostenibile. Implica il controllo sistematico, il follow-up e lo sviluppo della produzione per ottenere la migliore qualità. Il programma si basa su dieci criteri di gestione ed è incentrato sulla sicurezza e sullo sviluppo delle persone, sull'efficienza delle operazioni e sul controllo dei costi e dell'impatto ambientale.

  • Utilizzo di energie rinnovabili per ottimizzare l'utilizzo delle risorse

- Tarkett trasforma gli scarti di produzione in bricchette di legno combustibili che vengono inviate ad una centrale elettrica della Polonia ed utilizzate per generare elettricità.

- In Svezia, la segatura generata dalla lavorazione dei nostri pavimenti in legno viene utilizzata per riscaldare le nostre fabbriche e può anche essere utilizzata per la produzione di biogas.

- Il 25% del nostro consumo energetico proviene da fonti rinnovabili o da fornitori di energia elettrica rinnovabile.

CREARE AMBIENTI SANI

Uno dei nostri pilastri strategici è contribuire alla creazione di spazi sicuri e confortevoli in cui le persone possano vivere, lavorare e giocare. I pavimenti devono essere confortevoli al calpestio, facili da pulire, fornire una buona acustica e garantire la massima sicurezza degli utenti.

Di seguito sono riportati alcuni esempi delle nostre innovazioni volte a creare spazi che possano influire in maniera positiva sul benessere delle persone:

  • Pavimenti vinilici di ultima generazione per ambienti interni migliori

L'utilizzo di plastificanti senza ftalati contribuisce a migliorare l'ambiente interno. Già a partire dal 2009, la fabbrica di Ronneby in Svezia ha iniziato ad utilizzare plastificanti senza ftalati nella produzione di pavimenti vinilici omogenei. Nel 2014, la tecnologia senza ftalati è stata estesa anche a tutte le altre produzioni di pavimenti vinilici. Tarkett è stato il primo produttore ad utilizzare la tecnologia senza ftalati per i pavimenti vinilici. I plastificanti utilizzati da Tarkett sono gli stessi approvati per i contenitori alimentari e per i giocattoli che possono essere messi in bocca dai bambini. In alcuni prodotti, potrebbero essere rimaste tracce di ftalati derivanti dai materiali riciclati presenti nel prodotto.  Il 100% degli impianti vinilici europei e nordamericani utilizza la tecnologia senza ftalati (il 57% dei prodotti in tutto il mondo).

  • La collezione di pavimenti vinilici Starfloor Click di Tarkett è consigliata dall'Associazione Svedese per Asma e Allergie

I pavimenti Tarkett, come la collezione di pavimenti vinilici Starfloor Click, sono consigliati dall'Associazione Svedese per Asma e Allergie. La collezione iD Inspiration e le gamme Acczent ed iQ sono consigliate dalla Fondazione Americana per lo studio dell'asma e delle allergie.

  • Basse emissioni VOC per ambienti sani

Tarkett ha sviluppato soluzioni con basse emissioni VOC già a partire dal 2011. Oggi, il 100% dei pavimenti Tarkett registra un livello minimo di emissioni VOC, da 10 a 100 volte inferiore rispetto agli standard più severi.

  • Pavimenti vinilici senza biocidi

Per il settore sanitario, al fine di ridurre al minimo il rischio ambientale con possibile sviluppo e diffusione di batteri, Tarkett ha eliminato l'utilizzo di biocidi nei suoi pavimenti resilienti.

  • Manutenzione più facile e sostenibile grazie al trattamento superficiale

Tutti i pavimenti Tarkett sono facili da mantenere grazie allo strato superficiale appositamente sviluppato per proteggere la superficie e ridurre il bisogno di detergenti ed acqua. Tarkett è stata la prima azienda ad applicare lo speciale trattamento superficiale PUR (strato di poliuretano) sui pavimenti vinilici nel 1975: oltre a rendere il pavimento più resistente, questo trattamento superficiale facilita le operazioni di pulizia riducendo la necessità di utilizzare detergenti chimici ed acqua con effetti tangibili sul costo del ciclo di vita.

Un altro esempio è rappresentato dalle collezioni di pavimenti omogenei iQ, ideali per ambienti a traffico intenso: grazie all'esclusiva tecnica di ripristino della superficie con semplice lucidatura a secco il pavimento manterrà il suo aspetto inalterato nel tempo senza bisogno di pesanti operazioni di pulizia. Di seguito è riportato un esempio del costo del ciclo di vita di un pavimento iQ rispetto ad un altro pavimento per ospedali. Per ogni 10.000 m2, i pavimenti iQ offrono:

- Riduzione del costo del ciclo di vita fino al 30%

- Riduzione del consumo di acqua del 50%

- Risparmio del 20% sull'utilizzo di detergenti

- Ritorno sugli investimenti più rapido (tre anni)

  • Un pavimento per ogni specifica esigenza

Offriamo una vasta gamma di pavimenti speciali in grado di rispondere ad esigenze specifiche come comfort acustico e al calpestio, proprietà antiscivolo e soluzioni che possono migliorare l'accessibilità per le persone ipovedenti.

RIUTILIZZO

In un'economia di tipo circolare il ciclo di vita di un prodotto non ha mai una fine, ma soltanto un tempo di utilizzo. Questo è quello che cerchiamo di attuare attraverso i nostri processi produttivi. Trasformiamo ciò che prima era considerato come rifiuto in materie prime da utilizzare per la creazione di nuovi prodotti.  Le risorse possono essere gestite in modo efficiente riciclando gli scarti di installazione, utilizzando materiali riciclati nella produzione e sviluppando nuovi prodotti con materie prime di qualità che possono essere riciclate a loro volta.

Tarkett si impegna nelle operazioni di riciclo dal 1957 attraverso il nuovo programma ReStart® in Europa e Nord America. ReStart® è stato sviluppato per raccogliere e riciclare i materiali di scarto e quelli post-installazione dei pavimenti resilienti e tessili. Tali materiali vengono poi raccolti attraverso le partnership con le reti di raccolta, prima di essere trattati in uno dei nostri otto centri interni dedicati al riciclo. In totale, vengono raccolte 8.900 tonnellate di pavimenti post-installazione e post-utilizzo in tutto il mondo. Al fine di potenziare questo programma, Tarkett sta lavorando su due aspetti fondamentali:

- Implementazione di una logistica di recupero locale economicamente vantaggiosa;

- Realizzazione di pavimenti progettati in modo ecologico che possano essere facilmente separati per facilitare la differenziazione

Ecco altri esempi di come ricicliamo e riutilizziamo i vari materiali:

 - Nel 1996, Tarkett ha avviato la prima ed unica struttura dedicata al riciclo degli scarti di installazione dei pavimenti vinilici.

- La collezione di pavimenti vinilici modulari iD Inspiration è costituita per il 52% da materiali riciclati.

- TarkoDry, un adesivo utilizzato per ambienti umidi, contiene circa l'85% di materiali riciclati.

- Dopo l'utilizzo, i pavimenti in legno e linoleum di Tarkett vengono considerati come materiale compostabile e, pertanto, entrano a far parte del ciclo biologico.

- Circa 80.000 tonnellate di materiali riciclati provenienti da pavimenti e da altre industrie vengono riutilizzate come risorse.

- Lo stabilimento di produzione di Tarkett a Ronneby, in Svezia, ha sviluppato sistemi di differenziazione e riciclo dei rifiuti in modo da non doverli smaltire all'interno di discariche.

  •  Un sistema per la raccolta post-installazione

 Nel 1996, Tarkett ha realizzato a Ronneby un impianto di riciclo per i pavimenti vinilici. Tarkett è stata una delle prime aziende al mondo ad introdurre un sistema per la raccolta di scarti post-installazione e ad investire in un impianto dedicato al riciclo dei pavimenti vinilici.

 Il sistema ha avuto subito successo e, dopo diversi anni, è stato adottato anche da altri produttori di pavimenti. Oggi, l'intera industria svedese di pavimenti smaltisce gli scarti di installazione tramite Tarkett, nel sito di Ronneby. Il sito produttivo di Ronneby si è ampliato arrivando a gestire gli scarti di installazione dei prodotti Tarkett in tutta l'area del Nord Europa.

  •  Partnership per l'approvvigionamento di materiali riciclabili

 Il supporto EcoBase di Desso per pavimenti tessili è certificato Cradle to Cradle ® Gold. Una certificazione ottenuta grazie al riciclo del carbonato di calcio di un'azienda idrica e all'utilizzo di fili rigenerati di moquette usate e reti da pesca provenienti dall'Europa.

  •  Partnership per il riciclo

Tarkett ha stretto una partnership in Francia e in Germania con Veolia, un'azienda francese leader nel riciclo, per accelerare il suo programma ReStart® per la raccolta ed il recupero di pavimenti al termine del loro ciclo di vita. Veolia raccoglie e differenzia gli scarti dei pavimenti resilienti post-installazione dei clienti Tarkett.  I pavimenti raccolti e differenziati vengono riciclati nei siti produttivi Tarkett. Questa partnership punta a raddoppiare i centri di raccolta in Francia e ad espandere l'attività in altre aree geografiche. Simili attività di partnership sono presenti anche nel Regno Unito, in Belgio e nei paesi nordici grazie alla collaborazione con altre aziende locali. Sono in corso ulteriori ricerche con altre industrie e partner di ricerca.

Articolo correlato

Strategia di sostenibilità

STRATEGIA DI SOSTENIBILITÀ

La strategia di sostenibilità di Tarkett è basata su quattro pilastri in linea con i principi Cradle to Cradle®:Materiali di alta qualità, Gestione delle risorse, Impatto positivo sul benessere delle

CONTINUA A LEGGERE